Ricerca e innovazione

“La Ricerca in Italia: un’idea per il futuro”
Nel 2007 la Fondazione Lilly ha lanciato il programma “La Ricerca in Italia: un’Idea per il Futuro” per rispondere all’esigenza diffusa d’incoraggiare la ricerca scientifica in Italia, consentendo a giovani ricercatori di lavorare nel nostro Paese. Il bando per ricercatori under 35 assegna una borsa di studio di 3 anni con il sistema trasparente della peer- review. Il concorso prevede l’identificazione con estrazione notarile di un Centro di eccellenza europeo dell’area di ricerca definita, al quale viene demandata la selezione del vincitore. L’iniziativa ha ricevuto vari riconoscimenti dal Presidente della Repubblica.

Dal 2008, la Fondazione Lilly ha erogato oltre 1 milione di euro nell’ambito di questo progetto. L’iniziativa si distingue, oltre che per l’assoluto principio di meritocrazia, anche perché la Fondazione oltre a garantire una remunerazione di 45.000 Euro/anno al ricercatore, si fa carico di finanziare tutte le spese necessarie per la realizzazione del progetto di ricerca.

Ogni anno vengono presentati il vincitore e il bando di ricerca per l’anno successivo durante un evento che riscuote notevole consenso da parte delle Istituzioni e del mondo accademico, oltre che mediatico. Più volte infatti questo programma è stato definito come “un modello da seguire” per lo sviluppo della ricerca di qualità in Italia.

La Fondazione ha finanziato negli anni progetti di ricerca nelle aree della diabetologia, oncologia, neuroscienze, metabolismo osseo, cardiologia e immunologia.

Valorizzazione della Ricerca
Nel 2011 è partita la prima edizione del master RED (Research Enhancement and Development), promosso dall’Università La Sapienza di Roma e dalla Fondazione Lilly. L’obiettivo del corso è quello di stimolare l’autoimprenditorialità e migliorare l’interscambio tra il mondo della ricerca e quello industriale. La missione del programma è di contribuire in un arco temporale contenuto- circa un quinquennio– a formare circa 100 ricercatori e docenti così da favorire la valorizzazione economica della ricerca e dei brevetti, teso ad aumentare il numero complessivo di iniziative imprenditoriali innovative. Dopo aver partecipato alla prima edizione del master, due giovani ricercatori hanno creato una start up company.

Ricerca innovazione e crescita
In linea con il costante impegno a favore della ricerca italiana, la Fondazione ha finanziato un bando presso la Facoltà di Economia dell’Università di Firenze per un progetto di ricerca volto a esplorare quale sia la crescita generata dall’innovazione in differenti contesti internazionali che maggiormente favoriscono la ricerca finalizzata all’innovazione. I risultati verranno presentati in occasione di convegni in ambito economico ed economico-sanitario.